Categorie: EuropaNews

Amsterdam, i tre migliori ostelli suggeriti da HostelBookers

Amsterdam vanta una grande tradizione di città accogliente con i suoi visitatori, specialmente quelli giovani e non forniti di un portafoglio ricco. Le possibilità di visitare la capitale olandese spendendo poco sono molte, sia per quanto riguarda musei e attrazioni che per l’alloggio. Il team del sito HostelBookers ci propone tre ostelli con il miglior rapporto qualità\prezzo ubicati nella zona centrale dalla capitale olandese. Si tratta, in tutti e tre i casi, di sistemazioni vicine ai migliori coffeeshop di Amsterdam.

Van Gogh Hostel – Amsterdam

Partiamo con il primo degli ostelli economici a Amsterdam, il Van Gogh Hostel. Recentemente e radicalmente rinnovato, offre standard da hotel e servizi più che efficienti, visto che si trova nel pieno centro della città, vicino a tre musei di fama mondiale (Van Gogh, Rijks, Museo Cittadino). Fornito di WiFi gratuita, aria condizionata e una cucina efficiente per prepararsi da soli la cena, presenta in tutte le stanze bagno privato e televisione, e offre per soli 5 Euro la colazione a buffet. Stanze private da 29 Euro per persona a notte, dormitori da 27 Euro per persona a notte.

Un altro ostello di qualità è il Bulldog. Si tratta di uno degli ostelli meglio recensiti al mondo, posto in un angolo tranquillo dell’effervescente quartiere a luci rosse della città, a pochi minuti a piedi dalla stazione e da piazza Dam. L’ostello offre però un’atmosfera accogliente e rilassata, con uno staff più che perfetto e pronto a offrirvi tutte le informazioni necessarie a un soggiorno ottimale in città. Stanze e dormitori sono forniti di bagno, e sono disponibili camerate riservate alle donne. L’ostello offre anche una lounge con biliardo, servizio di colazione e una splendida terrazza sul tetto. Stanze private da 41 Euro per persona a notte, dormitori da 33 Euro.

Bulldog hostel – Amsterdam

Concludiamo la nostra breve carrellata con il Flying Pig Hostel. Decisamente più caciarone e divertente, ma anche più spartano, degli altri due, questo ostello regala un’atmosfera frizzante, in cui chiacchierare, giocare a biliardo o ballare con i dj che mettono musica nel bar interno, aperto fino alle 4 del mattino e con la birra meno cara di Amsterdam. Posto in una posizione strategica, è a due passi dalla stazione centrale, dalla casa di Anna Frank, da piazza Dam e dal palazzo reale. Il Flying Pig dispone di una cucina per gli ospiti. Sono disponibili solamente dormitori, a partire da 21.90 Euro per persona a notte.

Vi siete fatti un’idea di come si possa alloggiare a Amsterdam? Certo, queste non sono le uniche possibilità, se volete saperne di più circa le offerte di HostelBookers cliccate qui.

Visualizza Commenti

Condividi

Articoli recenti

Islanda 2007 by Ram, sulle tracce di Saknussem

...Si precipitò sul foglio di carta e con occhi scintillanti e voce commossa lesse interamente…

16 Febbraio 2020

Bucarest e Sibiu, racconto e consigli del mio viaggio in Romania

Approfittando del fatto che mio fratello vive e lavora in Romania ho organizzato le mie…

1 Febbraio 2020

Băile Felix (Romania), una piacevole sorpresa

Sarà per il tipo di vacanza (una settimana alle terme a fine novembre), sarà per…

4 Gennaio 2020

Australia, viaggio di nozze in mezzo alla natura (racconto e considerazioni)

Era la prima volta che affrontavamo un viaggio così lungo, era la prima volta che…

19 Settembre 2019

Scozia 2006: quelli tra Highlands e realtà (racconto di viaggio)

Questo è il racconto del viaggio in Scozia realizzato nel 2006 dal nostro lettore RAM.…

11 Agosto 2019

Il profumo del Portogallo in moto (racconto di viaggio)

Quello che segue è il racconto del viaggio in Portogallo del nostro lettore sartisa realizzato…

10 Agosto 2019

Questo sito utilizza i cookie per analisi, contenuti personalizzati e pubblicità. Continuando la navigazione, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

Più info...